lasciare andare

equanimità

03 Giu: essere equanimi per essere felici

In un giorno, un’ora o anche un unico secondo, possiamo esperire quelle che i taoisti chiamano “le mille gioie e i mille dolori”. Le nostre vite sono un alternarsi incessante di piaceri e dispiaceri su cui non abbiamo alcun potere. Piacere e paura, lode e biasimo, guadagno e perdita, fama e discredito si alternano in modo continuo al di là del nostro controllo. Come può il nostro cuore affrontare e assorbire tutte queste prove senza sentirsi sopraffatto e inadeguato? Possiamo trovare la felicità nonostante tutto questo sorgere e svanire?

meditazione milano

20 Mag: PERCHÉ SCEGLIERE FA BENE

Vorresti prendere in mano la tua vita ma ogni volta in cui devi fare una scelta importante ti paralizzi? Tendi a procrastinare decisioni e scelte? Sei mai stato travolto da cambiamenti esterni che ti hanno causato sofferenza? Tendi a dare la colpa agli eventi e alle circostanze quando non ti senti sereno interiormente? Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande, è probabile che anche per te scegliere non sia un’azione semplice. In questo articolo ti spiego perché non lo è per la maggior parte delle persone e soprattutto come uscire da questa impasse tanto dolorosa.

mindfulness meditazione

13 Mag: 5 PASSI VERSO LA LIBERTÀ

Ti senti mai irrequieto e agitato con la sensazione di non riuscire a fare, o essere, tutto ciò che vorresti? Hai mai l’impressione di essere prigioniero della tua stessa vita o del poco tempo a disposizione? Hai mai provato sensi di colpa, rimorsi o sensazioni di pesantezza sul cuore, ripensando a situazioni del passato? Se hai risposto sì almeno a una di queste domande, vuol dire che anche a te è mancata la libertà in alcune situazioni. Ma essere liberi, dipende veramente solo dalle situazioni a noi esterne?

mindfulness milano

06 Mag: AMORE O ATTACCAMENTO?

Se osservi le tue relazioni cosa vedi? Hai desiderio di controllo sugli altri? Hai speranze o paure? Tendi a vedere la persona con cui vivi, o ne vedi solo un’immagine? Hai desiderio di trattenere e possedere la persona con cui stai? Pretendi che sia in un certo modo e ti lamenti perché non lo è? Se hai risposto sì a una o più di queste domande, ciò che stai vivendo si chiama attaccamento e non amore. In questo articolo ti spiego la differenza tra i due e per quale motivo quando c’è attaccamento, le relazioni sono destinate a vacillare o comunque a provocare sofferenza.

meditazione

15 Apr: QUARANTENA E FELICITÀ INTERIORE

La solitudine in certi casi può essere devastante. Accade quando non riusciamo ad accettarla e cerchiamo in tutti i modi di raggiungere una soluzione che ci faccia stare meglio. Allora di solito succede proprio il contrario: quel bisogno di trovare una soluzione ci fa stare ancora peggio. Trasformare il disagio della solitudine e dell’isolamento in un’esperienza che ci insegni come uscire dalla sofferenza è possibile. Te ne parlo in questo articolo.

mindfulness per la paura

11 Mar: 6 pratiche per lasciare andare la paura

Scrissi questo articolo quasi un anno fa, dopo aver parlato con una mia amica che aveva appena partorito un bimbo prematuro ed era preoccupata e impaurita riguardo al futuro. Per qualche ragione, non l’ho mai pubblicato. In questi giorni, avendo ricevuto svariate richieste d’aiuto da persone che come me si trovano nelle zone rosse di contagio del coronavirus, ho deciso infine di pubblicarlo.

praticare il perdono

04 Mar: TROVARE LA PACE ATTRAVERSO IL PERDONO

Ti è mai capitato di provare risentimento per qualcuno, o qualcosa e non riuscire a lasciarlo andare, finendo con l’avvelenarti anche il presente? Tranquillo, è una sensazione abbastanza comune. Tutti noi abbiamo piccoli o grandi nodi che ci tengono ancorati al passato impedendoci di essere felici. In questo articolo ti offro alcuni spunti sul processo del perdono e ti insegno una pratica molto potente che ti aiuterà a lasciare andare le zavorre che ti impediscono di essere libero.

rabbia

04 Dic: abbandonare la rabbia in modo consapevole

Ti è mai capitato di esplodere come un mortaio, o di desiderare che a esplodere fosse il tuo vicino di casa (o tua suocera)? E di vedere tutto nero per qualche istante, prima che una rabbia pazzesca ti risalisse per la gola e si trasformasse in un torrente di parole che nemmeno il demonio? Oppure sei uno dei rari esemplari di umano-saracinesca che nemmeno se gli fanno il solletico sotto ai piedi scoppia a ridere, figuriamoci lasciarsi andare a un attacco di rabbia? Beh in entrambi i casi, direi che questo articolo fa proprio per te!